Home || Chi Siamo || Dove Lavoriamo || Storia || Aiutaci || Contattaci || Español || VOLONTARI
Chiesa Valdese nel Chaco

Grazie all'aiuto della Chiesa Valdese si è potuto cominciare un'attività di prevenzione del cancro al collo dell'utero che in Bolivia uccide due donne al giorno.

Ancora il cammino è lungo ma i primi segni sono molto incoraggianti.

Questo piccolo video per ringraziare e per conoscere la realtà del chaco boliviano

 

Volontari

Con il contributo di tanti volontari che si sono riuniti per continuare ad appoggiare le attività della Tekove Katu, si apre ARA KAVI i cui tutti possono ricevere informazioni pratiche prima della partenza hacia la Escuela e condividire, o mejor dicho COMPARTIR, con gli amici che ci hanno appoggiato in questi anni e che continuano a farlo a distanza o nella scuola

 

 

https://www.facebook.com/groups/1379046199015477/

Ringraziamento Speciale
cooperazione_italiana_sviluppo

Si ringrazia il Ministero di Affari Esteri per la collaborazione e l'aiuto offerto tramite il progetto:

Potenziamento dei servizi sanitari nel Chaco boliviano: una prospettiva comunitaria

2011 - Ricerche sul virus dell'epatite E in popolazioni umane e suine - Dell'amico 2011

Questo virus è abbastanza diffuso nei paesi in via di sviluppo,  si trasmette per via fecale-orale soprattutto attraverso acque ed alimenti contaminati ed  è stata dimostrata la trasmissione dagli animali all'uomo. 

E' stata condotta una indagine sieroepidemiologica in due comunità del sud est della Bolivia e il virus è stato identificato in campioni di feci suine e umane. Gli studi sulla genetica di questi stipiti virali hanno dimostrato che quelli di origine umana sono leggermente diversi da quelli di origine suina. 

Attualmente si sta cercando di chiarire questo aspetto per capire quale possa essere il contributo del suino nell'insorgenza dei casi di infezione nell'uomo nel contesto Boliviano

Leggi l'articolo ENG 

2012- Diagnostica della trichinellosi- Macchioni 2012

Questa zoonosi parassitaria è stata segnalata in Bolivia fino dal 1993. In collaborazione con i colleghi veterinari del LIDIVET di Santa Cruz è stato messo a punto il metodo di identificazione delle larve di trichinella tramite digestione artificiale utilizzando frammenti di diaframma di suino prelevati al mattatoio.

E' stata inoltre condotta una indagine sierologica con un kit diagnostico ELISA su sieri di suino prelevati in mattatoi del dipartimento di Chuquisaca. Il 2,3% dei soggetti esaminati è risultato positivo al test. 

 

Leggi l'articolo in ENG 

<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 137